Google: svolta sul revenge porn. Contenuti cancellati

di Luca Figini - 22 June 2015
8.2k views

Si chiama revenge porn e consiste nella pratica di pubblicare per vendetta immagini pornografiche di amanti, ex amori e conoscenti. Ebbene, su questa pratica ben poco etica e tutt'altro che condivisibile, Google ha preso una decisione storica: cancellare i link dal motore di ricerca per tentare di eliminare le umiliazione subite dalle vittime. Le quali, spesso e volentieri, sono addirittura ignare sull'effettiva pubblicazione dei loro scatti intimi.

Il cambio di rotta di Big G Ŕ sostanziale, dato che la societÓ da sempre Ŕ reticente a rimuovere collegamenti e predilige un approccio virato alla massima accessibilitÓ dei contenuti disponibili sul Web. La censura Ŕ in questo caso giustificata dalla necessitÓ di tutelare le persone.

Per la cronaca, Google applica la medesima strategia sui conti correnti bancari e sulle firme digitali.

"La nostra filosofia Ŕ sempre stata di offrire uns ervizio che copra l'intero Web", spiega Amit Singhai, vice presidente di Google Search, tuttavia "il revenge porn Ŕ una questione personale che crea danni emotivi e serve solo a denigrare le vittime, che nella maggioranza dei casi sono donne". 

Vuoi sempre essere aggiornato su Google: svolta sul revenge porn. Contenuti cancellati?
ISCRIVITI alla nostra newsletter

comments powered by Disqus


Huawei
P9

  • Marshmallow 6.0
  • 12 Megapixel *doppia fotocamera
  • Octa core 2.5 GHz
  • 5.2 pollici
  • SCHEDA TECNICA




NON METTERE - Da Mediacom nuovi tablet PC Windows e Dual-OS

4 July 2017 - Rinnovata la gamma con il processore Intel Z8300.

LEGGI tweet  



Seguici su FaceBook Seguici su Twitter Visita il nostro canale YouTube Seguici su Google Plus Chatta con noi su WeChat